Testimonianze

Storia bella di un bimbo e di un aquilone

Quando nascere prima può anche essere una fortuna.

In questi giorni difficili, ancora nel mezzo della pandemia di coronavirus, è stato bello ricevere questa testimonianza, dalla nonna di un bimbo fortunato.
Lasciamo che sia proprio lei, nonna Antonella, a raccontare la sua storia:

Care tutte e tutti voi di “Cuore di Maglia”

sono la nonna di Giaime, un bambino nato prematuro  il 14 febbraio 2020 presso la Clinica Universitaria di Cagliari a Monserrato. Non sapevamo che il nostro piccolo sarebbe nato prematuro e ci siamo trovati tutti di fronte ad un’emergenza.
Silvia, mia nuora , al settimo mese di gravidanza è stata ricoverata per un mese per cercare di portare avanti il più possibile la gestazione, ma alla fine il bambino è stato fatto nascere con parto cesareo il 14 febbraio a 35 settimane + 5 giorni, proprio per San Valentino!
E’ stato messo in incubatrice per 11 giorni.

Abito in Toscana e ho seguito con trepidazione queste prime fasi da lontano, con la voce e con le immagini del cellulare. Dopo  15 giorni dalla nascita del piccolo, sono andata a fargli visita.
E così mi sono imbattuta nel dou dou , un pezzetto di maglia a forma di aquilone giallo e blu , una copertina con i colori della squadra della Roma e un delizioso cappellino giallo.

Mia nuora mi ha spiegato da dove provenivano questi indumenti e a cosa servivano.
E’ stato un colpo al cuore, mi sono commossa. Quello che fate è davvero magnifico perché quei pezzetti di lana sono fondamentali per i bambini prematuri e le loro mamme che soffrono insieme ai figli del subitaneo distacco dopo il parto. Essi sono donati alle madri che li impregnano del loro odore, poi sono posti all’interno delle incubatrici a stretto contatto del bambino che così può riconoscere il profumo inconfondibile della mamma, e tranquillizzarsi. 

Ho immaginato dietro a quei pezzetti di lana le mani preziose di tante donne che con la loro passione, fantasia e amore creano queste meraviglie. Mi sono quindi informata sul vostro sito e ho visto il grande lavoro che fate sia in Italia che nel mondo, in quanto collaborate con il CUAMM che conosco bene perchè due miei amici medici fanno spesso missioni in Africa in poveri ospedali sperduti. 

Giaime è nato prematuro ma per ragioni sconosciute è come se avesse voluto sfuggire  al dramma che poi si è abbattuto sul nostro paese e sul mondo intero: l’epidemia di Corona Virus.
Se fosse nato a metà di marzo. come avrebbe dovuto, si sarebbe ritrovato nel bel mezzo dell’esplosione del contagio, con l’ospedale blindato, con tutti i disagi che si  sono presentati. Mi piace credere che il suo dou dou, il piccolo aquilone giallo e blu, l’abbia protetto anche da questo.

Vorrei, tramite l’Associazione, inviare a tutte le donne che realizzano i loro preziosi lavori all’ospedale di Cagliari e dell’Italia intera, il mio apprezzamento, la mia gratitudine e affetto per quello che fanno con questo piccolo gesto frutto del loro antico ingegno e arte.

Grazie, un abbraccio affettuoso a tutti
da nonna Antonella
e da Giaime, Raffaello e Silvia

Contrassegnato da tag

1 pensiero su “Storia bella di un bimbo e di un aquilone”

  1. Cara associazione Cuore di Maglia,
    sono la nonna che ha scritto questa storia. E’ stato un meraviglioso colpo al cuore vederla pubblicata sul vostro sito e sulla pagina FB . E vi ringrazio ancora per il lavoro prezioso e amorevole che svolgete in ogni parte d’Italia, con i pezzetti di maglia colorata che alleviano lo stress dei piccoli prematuri.Non conoscevo assolutamente queste situazioni fino a quando è capitato proprio al mio nipotino di nascere prematuramente e così anche lui è stato aiutato dai lavori fatti da anonime e preziose mani che lo hanno scaldato nei momenti difficili dopo la nascita. Spero che nonostante la terribile epidemia che ha infestato tutto il mondo continuerete a lavorare e a creare piccoli e utili capolavori.Un abbraccio a tutte voi.
    Antonella

    "Mi piace"

Rispondi a Antonella Cocolli Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...