Notizie dai reparti

Sia benvenuto il Carnevale!

Ma quanta fantasia hanno le nostre Volontarie?
Basta un po’ di lana colorata, un uncinetto o un paio di ferri, un pizzico di creatività, alcune ore di tempo (magari rubate al sonno, al lavoro, alle faccende di casa… ) ed ecco, come per magia, sbocciano Sirene, Pinocchi, Baccelli di pisello, Tartarughine e Girasoli.

Un tenero girasole con la sua minuscola coccinella

Mai come in quest’anno così buio e incerto il Carnevale dei nostri piccolissimi è stato straordinariamente colorato, allegro, vivace e ha saputo strappare un sorriso alle mamme e ai papà, al personale delle TIN, persino al Governatore della Regione Lombardia Fontana che dalla sua pagina Facebook ha ringraziato le volontarie di Cuore di Maglia per queste loro fantastiche creazioni!

Cosa c’è in questo tenero baccello?? Sorpresa!

Un grazie speciale ad un grande Amico di Cuore di Maglia, il fotografo Andrea Cherchi, che con i suoi scatti ha saputo cogliere tutta la dolcezza di una Sirenetta addormentata, tutto il calore di un cappellino giallo Girasole, lo stupore di una minuscola coccinella adagiata sulla foglia di un sacco-nanna, la tenerezza di una manina piccola piccola che stringe la sua carotina dudù, la serena compostezza di un piccolo gladiatore romano che si è finalmente arreso ad un sonno ristoratore.

Il guerriero romano dorme tranquillo. Chissà cosa sogna?

Le immagini del tenerissimo e coloratissimo Carnevale dell’Ospedale Niguarda di Milano e degli Spedali Civili di Brescia sono rimbalzate sulla rete, sono state condivise su centinaia di profili Facebook e account Instagram e hanno trovato posto sulle pagine del Corriere e di Repubblica.
Questa popolarità dipende forse dal fatto che abbiamo tanto bisogno di buone notizie, di belle notizie.. ci mancano come l’aria, come la libertà. Ma ci ricorda ancora una volta la straordinarietà di quello che facciamo: e fare le cose con tanto amore e dedizione porta ad un risultato davvero sublime, una piccola opera d’arte.

Una dolcissima Sirena riposa tranquilla

Grazie al personale delle TIN e alle Associazioni ‘Neo Amici della Terapia Intensiva Neonatale’ per l’ospedale Niguarda e ‘TinCoraggio’, per gli Spedali Civili di Brescia, sempre al nostro fianco per alleviare la degenza dei bimbi che hanno avuto fretta di nascere e dei loro genitori.
Ci salutiamo con una filastrocca dedicata al Carnevale di un autore contemporaneo, Roberto Piumini, di grande attualità. Buona lettura!

Il primo compagno di giochi, il dudù-carotina


Il Carnevale
Il mondo qualche volta passa guai,
ci sono botti, botte e cose amare,
cose che non vorresti veder mai,
cose che non sarebbero da fare.
E sembra allora che una risata,
il ballo, la canzone, l’allegria,
siano una cosa davvero sbagliata,
che sia più adatta la malinconia.
Invece chi non ride, o chi non canta,
non sa nemmeno piangere davvero:
anche la festa occorre a questa pianta,
non solo il pianto, che è concime nero.
Anche nei tempi meno fortunati,
così, sia benvenuto il Carnevale:
il riso cura il pianto dei malati,
ridere un po’ fa un po’ di bene al male.
Roberto Piumini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...